Il lavoro, le aziende e la produttività

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il lavoro, le aziende e la produttività

Messaggio Da Ste il Sab Feb 14, 2009 10:13 pm

Il lavoro, le aziende e la produttività
di Luciano Gallino - La Repubblica, 27 febbraio 2008

Nel quotidiano parlare di economia sembra che la produttività abbia soppiantato la flessibilità. Del lavoro, è evidente.
Non c´è intervento dei dirigenti confindustriali, del governatore di Bankitalia, di esperti radiotelevisivi, di manager, di
politici dei maggiori schieramenti, che non rimarchi la necessità assoluta di aumentare la produttività del lavoro.
Per far salire le retribuzioni, reggere la competizione con i paesi emergenti, rilanciare il tasso di crescita del paese.
Quel che nella discussione sovente non è chiaro è che cosa realmente si intenda per produttività del lavoro. Non è
questione da poco. Infatti, a seconda del significato che si attribuisce a questa parola, le azioni da intraprendere in
varie sedi saranno assai differenti, così come lo saranno le conseguenze per i lavoratori.
La definizione più appropriata di produttività del lavoro vede in essa il valore aggiunto (o frazione di Pil) prodotto per
ora lavorata. Prendiamo due lavoratori, Carlo e Luigi, ... (continua qui)

Questo articolo, che risale a ormai quasi un anno fa, l'ho citato molto spesso negli ultimi mesi nei luoghi dove ho
provato ad affrontare i temi ai quali è dedicato il forum. Lo ritengo un articolo molto importante e utile da leggere,
un ottimo punto di partenza. "Il Carlo" del quale parla il buon Luciano Gallino potrebbe anche essere il frequentatore
ideale del forum... wink
avatar
Ste

Maschile Ariete Maiale
Numero di messaggi : 9635
Età : 46
Località : Trentino
Occupazione/Hobby : malaussègnere
Reputazione : 7
Punti : 9564
Data d'iscrizione : 14.02.09

Vedi il profilo dell'utente http://protocols-lab.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro, le aziende e la produttività

Messaggio Da Ste il Gio Apr 02, 2009 8:30 pm

E' interessante una cosa che spiega Gallino in un punto del seguito dell'articolo:

Nell´insieme le obiezioni di Carlo che non vorrebbe diventare Charlot stanno a significare che allo scopo di aumentare
la produttività del lavoro, e con essa i salari, non esiste soltanto la formula "lavorare di più per guadagnare di più".
Esiste anche quella che consiste nel fare maggiori investimenti in capitale produttivo, ricerca e sviluppo, innovazioni
organizzative interne ed esterne, formazione. Quegli investimenti che le imprese italiane non amano fare, o fanno in
misura assai inferiore rispetto a quella che i loro utili gli permetterebbero. Tanto per dire, i cinquanta maggiori gruppi
italiani quotati in borsa hanno realizzato nel 2006 (dati Mediobanca) oltre 42 miliardi di utile. Nel 2007 non dovrebbero
essere lontani dai 50 miliardi.
Dopo avere equamente rimunerato gli azionisti, gran parte dei suddetti gruppi potevano spendere il resto degli utili in
investimenti rivolti ad aumentare la produttività del lavoro. Hanno invece speso somme colossali, ancora in tempi recenti,
nel riacquisto di azioni proprie, o buybacks
. Lungi dall´essere il segno d´una lungimirante politica industriale, come sono
immancabilmente salutati dai commentatori economici, i buybacks sono effettuati in prevalenza allo scopo di far salire il
prezzo delle azioni. Avendo di mira un duplice risultato: rendere più ostici eventuali tentativi di scalata al proprio gruppo
da parte di altri gruppi, e soprattutto aumentare il guadagno derivante dalle opzioni sulle azioni che i manager hanno
sottoscritto in passato (senza versare un euro), in attesa di tempi in cui il valore delle azioni sale di molto. Quelli,
appunto, che il riacquisto delle azioni proprie miracolosamente avvicina. Risultati conseguiti a scapito degli investimenti e
dell´aumento che questi potrebbero recare alla produttività del lavoro.

_________________

Let's build a ... boardgame!

"Fai quel che puoi, con quel che hai, dove sei." (T. Roosevelt)


Indice - S&S - Scrabble - Monopoli - Yahtzee - Risk - Frustr
avatar
Ste

Maschile Ariete Maiale
Numero di messaggi : 9635
Età : 46
Località : Trentino
Occupazione/Hobby : malaussègnere
Reputazione : 7
Punti : 9564
Data d'iscrizione : 14.02.09

Vedi il profilo dell'utente http://protocols-lab.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro, le aziende e la produttività

Messaggio Da Ste il Gio Apr 02, 2009 11:32 pm

Martedì 31 Marzo 2009, 17:17
Borsa: Berlusconi, allo studio aumenti tetti buy-back

ROMA (MF-DJ)--"Abbiamo una legge in corso di discussione per alzare dal 3 al 5-6% il tetto di acquisto di azioni proprie
per i privati e dal 10 al 20% per le imprese". Lo ha detto il premier, Silvio Berlusconi, aggiungendo che "il presidente della
Consob e' d'accordo perche' si proceda in questa direzione". gug/vs
( http://it.biz.yahoo.com/31032009/245/borsa-berlusconi-studio-aumenti-tetti-buy-back.html )

duconti

_________________

Let's build a ... boardgame!

"Fai quel che puoi, con quel che hai, dove sei." (T. Roosevelt)


Indice - S&S - Scrabble - Monopoli - Yahtzee - Risk - Frustr
avatar
Ste

Maschile Ariete Maiale
Numero di messaggi : 9635
Età : 46
Località : Trentino
Occupazione/Hobby : malaussègnere
Reputazione : 7
Punti : 9564
Data d'iscrizione : 14.02.09

Vedi il profilo dell'utente http://protocols-lab.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro, le aziende e la produttività

Messaggio Da Ste il Mer Apr 15, 2009 10:38 am

Perché è stato alzato al 20% il tetto all'acquisto di azioni proprie. La norma è passata all'interno
del decreto-incentivi approvato prima di Pasqua.


Anche Parlamento e Consob nello schema "blinda-Mediaset"
di Massimo Giannini - Repubblica, 15 aprile 2009

SEPOLTA dalle tragiche macerie del terremoto d'Abruzzo, un'altra legge ad personam, o per meglio dire ad aziendam,
ha incassato silenziosamente il timbro del Parlamento. E' una norma che nasce all'ombra del conflitto d'interessi di Silvio
Berlusconi: capo del governo e padrone di un impero mediatico. Tradisce una visione proprietaria del libero mercato: la
regola generale al servizio di un'esigenza particolare. Sancisce una posizione gregaria delle autorità indipendenti: il
"vigilante", debitamente sollecitato, obbedisce al "vigilato". (continua)

sos

_________________

Let's build a ... boardgame!

"Fai quel che puoi, con quel che hai, dove sei." (T. Roosevelt)


Indice - S&S - Scrabble - Monopoli - Yahtzee - Risk - Frustr
avatar
Ste

Maschile Ariete Maiale
Numero di messaggi : 9635
Età : 46
Località : Trentino
Occupazione/Hobby : malaussègnere
Reputazione : 7
Punti : 9564
Data d'iscrizione : 14.02.09

Vedi il profilo dell'utente http://protocols-lab.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro, le aziende e la produttività

Messaggio Da Ste il Mer Apr 15, 2009 10:49 am

Alcune spiegazioni, oltre a quelle di Gallino e di Giannini, sul riacquisto di azioni proprie (cos'è, pro, contro, ecc...):


_________________

Let's build a ... boardgame!

"Fai quel che puoi, con quel che hai, dove sei." (T. Roosevelt)


Indice - S&S - Scrabble - Monopoli - Yahtzee - Risk - Frustr
avatar
Ste

Maschile Ariete Maiale
Numero di messaggi : 9635
Età : 46
Località : Trentino
Occupazione/Hobby : malaussègnere
Reputazione : 7
Punti : 9564
Data d'iscrizione : 14.02.09

Vedi il profilo dell'utente http://protocols-lab.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro, le aziende e la produttività

Messaggio Da Ste il Mer Apr 15, 2009 7:52 pm

Non solo il vicedirettore di Repubblica (Giannini), anche il vicedirettore del Corriere della Sera qualche settimana
fa ha dedicato un trafiletto a quella che allora era solo un'ipotesi di innalzamento del "tetto" al buy back:

"In Borsa un Milanese non fa primavera", di Massimo Mucchetti - Corriere della Sera Magazine, 26 marzo 2009

_________________

Let's build a ... boardgame!

"Fai quel che puoi, con quel che hai, dove sei." (T. Roosevelt)


Indice - S&S - Scrabble - Monopoli - Yahtzee - Risk - Frustr
avatar
Ste

Maschile Ariete Maiale
Numero di messaggi : 9635
Età : 46
Località : Trentino
Occupazione/Hobby : malaussègnere
Reputazione : 7
Punti : 9564
Data d'iscrizione : 14.02.09

Vedi il profilo dell'utente http://protocols-lab.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro, le aziende e la produttività

Messaggio Da Ste il Dom Apr 19, 2009 9:18 am

Ottimo articolo di ieri:

La rottamazione del mercato
di Alessandro Penati - La Repubblica, 18 aprile 2009

Prendi il decreto sugli incentivi alla rottamazione, ci infili in sordina un emendamento et voilà, ecco una norma
protezionista per blindare il controllo delle società quotate italiane. Non è solo l'ennesimo conflitto di interessi
del Berlusconi azionista di Mediaset, ma è un altro chiodo nella bara in cui viene sepolto il Testo Unico della
Finanza, emanato nel '98 in vista del mercato unico dei capitali in Eurolandia, per aprire alla concorrenza la nostra
Borsa asfittica, dove prevalevano i benefici di pochi sugli interessi di tutti gli investitori. (continua)

_________________

Let's build a ... boardgame!

"Fai quel che puoi, con quel che hai, dove sei." (T. Roosevelt)


Indice - S&S - Scrabble - Monopoli - Yahtzee - Risk - Frustr
avatar
Ste

Maschile Ariete Maiale
Numero di messaggi : 9635
Età : 46
Località : Trentino
Occupazione/Hobby : malaussègnere
Reputazione : 7
Punti : 9564
Data d'iscrizione : 14.02.09

Vedi il profilo dell'utente http://protocols-lab.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro, le aziende e la produttività

Messaggio Da Ste il Lun Apr 20, 2009 8:45 am

Ste ha scritto:

Estraggo quest'estratto perché vale la pena di leggerlo con attenzione:

La motivazione «principalissima» [...] del divieto di acquisto di azioni proprie al di là dei paletti fissati dalla norma in esame risiede,
tuttavia, nella funzione di tutela dell'integrità del capitale sociale: si vuole evitare che la società restituisca, surrettiziamente, il
capitale ai soci (o ad alcuni di essi), recando così pregiudizio ai creditori sociali, senza osservare le regole del procedimento di
riduzione del capitale che proprio il ceto creditorio sono volte a tutelare (fenomeno c.d. dell'«annacquamento del capitale sociale»)
[...]

La terza, ulteriore, giustificazione che, tradizionalmente, viene addotta quale ratio del divieto di buy back riposa sugli effetti
che il libero acquisto di azioni proprie potrebbe avere sul corretto funzionamento della società. Si vuole, in altre parole, evitare
il rischio che gli amministratori:
- da un lato, esercitando il diritto di voto per le azioni proprie possedute dalla società siano in grado di influire indebitamente
sulla espressione della volontà assembleare (per esempio, approvando i bilanci da essi stessi predisposti, determinando il loro
compenso, sino al caso limite di riconfermare sé stessi ad ogni scadenza della carica). A questo riguardo, nella relazione al codice
civile del 1942 si legge espressamente che l'acquisto di azioni proprie non deve rappresentare per gli amministratori un modo per
«crearsi una comoda maggioranza a spese del patromonio sociale» (c.d. divieto dell'«annacquamento della volontà assembleare») [...]
- dall'altro lato, possano speculare agevolmente sulle oscillazioni del prezzo di mercato delle azioni medesime. [...]

Proprio per tale ragione, come si vedrà [...], la quasi totalità degli ordinamenti giuridici pone la regola della sospensione del diritto
di voto per le azioni proprie possedute dalla società.

Va, peraltro, segnalato che, recentemente, anche alla luce delle moderne teorie di finanza aziendale [...], si sta pian piano
affermando l'argomentazione secondo cui la disciplina positiva del capitale sociale - tra cui le norme in tema di acquisto di azioni
proprie - costituisce uno strumento finalizzato a risolvere e a contemperare gli interessi spesso (anche se non necessariamente)
confliggenti dei soci e dei creditori, intesi quali finanziatori della società. In quest'ottica la funzione del capitale sociale come primario
strumento a tutela dei creditori ne esce ridimensionata, acciocché viene dimostrato come il reale interesse del ceto creditorio debba
essere individuato nella capacità dell'impresa di generare cash flow - id est nella sua redditività - piuttosto che nella presenza di
determinati beni nel patrimonio sociale.
("Codice commentato delle S.P.A." Di Giuseppe Fauceglia, Giorgio Schiano di Pepe - Wolters Kluwer Italia, 2007 - pp 261-262)

_________________

Let's build a ... boardgame!

"Fai quel che puoi, con quel che hai, dove sei." (T. Roosevelt)


Indice - S&S - Scrabble - Monopoli - Yahtzee - Risk - Frustr
avatar
Ste

Maschile Ariete Maiale
Numero di messaggi : 9635
Età : 46
Località : Trentino
Occupazione/Hobby : malaussègnere
Reputazione : 7
Punti : 9564
Data d'iscrizione : 14.02.09

Vedi il profilo dell'utente http://protocols-lab.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro, le aziende e la produttività

Messaggio Da Ste il Mar Apr 21, 2009 9:30 am

Ancora Giannini ieri su Repubblica.

La Consob e le urla del silenzio

Massimo Giannini - Repubblica, 20 aprile 2009

Un Prozac che anestetizza e droga la Borsa. Così, su questo giornale, avevamo definito il 23 marzo gli emendamenti
proposti dal Pdl al decreto incentivi, che introducono paletti alla cultura dell' Opa. Su suggerimento di Lamberto Cardia,
e con il pretesto di difendere gli assetti azionari e le quotazioni delle società italiane, quegli emendamenti che ampliano
il ricorso al buyback sono diventati legge. Su «Repubblica» abbiamo denunciato il conflitto di interessi nascosto dietro
questa «legge ad aziendam»: presentata per tutelare l' intera piazza finanziaria, serve a puntellare una sola società,
Mediaset, e a limitare la contendibilità di tutte le altre. (continua)


Ultima modifica di Ste il Mer Apr 22, 2009 10:42 am, modificato 1 volta

_________________

Let's build a ... boardgame!

"Fai quel che puoi, con quel che hai, dove sei." (T. Roosevelt)


Indice - S&S - Scrabble - Monopoli - Yahtzee - Risk - Frustr
avatar
Ste

Maschile Ariete Maiale
Numero di messaggi : 9635
Età : 46
Località : Trentino
Occupazione/Hobby : malaussègnere
Reputazione : 7
Punti : 9564
Data d'iscrizione : 14.02.09

Vedi il profilo dell'utente http://protocols-lab.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro, le aziende e la produttività

Messaggio Da Ste il Mer Apr 22, 2009 10:42 am

Cardia risponde a Giannini:

Ho voluto difendere tutte le società italiane
Lettera di Lamberto Cardia - Repubblica, 21 aprile 2009

Caro Direttore, faccio riferimento all' editoriale "La Consob e le urla del silenzio", apparso lunedì 20 aprile su
Affari&Finanza a firma di Massimo Giannini. Di seguito alcune considerazioni. Innanzi tutto, riguardo alla presunta
"anomalia" della mia posizione alla presidenza della Consob ricordo che il mio attuale incarico... (continua)

Il trafiletto di Repubblica del 16 aprile, citato da Cardia nella sua lettera, lo si può leggere qui.

_________________

Let's build a ... boardgame!

"Fai quel che puoi, con quel che hai, dove sei." (T. Roosevelt)


Indice - S&S - Scrabble - Monopoli - Yahtzee - Risk - Frustr
avatar
Ste

Maschile Ariete Maiale
Numero di messaggi : 9635
Età : 46
Località : Trentino
Occupazione/Hobby : malaussègnere
Reputazione : 7
Punti : 9564
Data d'iscrizione : 14.02.09

Vedi il profilo dell'utente http://protocols-lab.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro, le aziende e la produttività

Messaggio Da Ste il Mer Apr 22, 2009 12:56 pm

Crisi: Marcegaglia, a G8 dira' no a protezionismo
22 Aprile 2009 11:14

MILANO - ''Domani al G8 degli industriali diremo che siamo totalmente contrari a qualsiasi forma
di protezionismo''. A ribadirlo e' il presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, che aggiunge:
''Qualsiasi forma di protezionismo allungherebbe la recessione''.
A margine dell'inaugurazione del Salone del Mobile a Milano, la Marcegaglia parla anche dell'Expo:
''Staremo attenti che l'Esposizione internazionale di Milano del 2015 non sia un Expo minore, non
sia solo una piccola vetrina'', dice. (Agr)

htttp://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Economia/Crisi-Marcegaglia-dira-protezionismo/22-04-2009/1-A_000017199.shtml


"Qualsiasi forma", ha detto? ah

_________________

Let's build a ... boardgame!

"Fai quel che puoi, con quel che hai, dove sei." (T. Roosevelt)


Indice - S&S - Scrabble - Monopoli - Yahtzee - Risk - Frustr
avatar
Ste

Maschile Ariete Maiale
Numero di messaggi : 9635
Età : 46
Località : Trentino
Occupazione/Hobby : malaussègnere
Reputazione : 7
Punti : 9564
Data d'iscrizione : 14.02.09

Vedi il profilo dell'utente http://protocols-lab.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro, le aziende e la produttività

Messaggio Da Ste il Lun Mag 04, 2009 8:33 am

Un articolo di un mese fa.

La Consob e il decreto «protezionista»
di Salvatore Bragantini - Corriere della Sera, 4 aprile 2009

Tutti a Londra a salvare il mondo: mai più protezionismo! Peccato che i fatti dicano il contrario, si pensa
ai casi propri. Per quanto riguarda noi, il Decreto Legge incentivi all' esame della Camera è un esempio di
protezionismo; speriamo in un tempestivo e operoso ravvedimento al Senato. Il Decreto raddoppia, per le
società quotate, il tetto all' acquisto di azioni proprie dal 10 attuale al 20%, aumenta dal 3 al 5% le azioni
che il socio di controllo può acquistare ogni anno senza incorrere in obblighi di Opa, infine consente alla
Consob di ridurre la soglia per la segnalazione della presenza nel capitale delle società, dal 2 all' 1%.
L' effetto di queste disposizioni è chiaro: esse facilitano la vita ai soci di controllo e li difendono da investitori
ad essi sgraditi. Siccome non esistono pasti gratis, è il mercato, o quel poco che ancora ne resta, a pagare
il conto. I controllanti potranno utilizzare i fondi della società per rafforzare la propria posizione, acquistando
tante azioni proprie in più; queste, infatti, non votano, il che potenzia la loro quota. (continua)

_________________

Let's build a ... boardgame!

"Fai quel che puoi, con quel che hai, dove sei." (T. Roosevelt)


Indice - S&S - Scrabble - Monopoli - Yahtzee - Risk - Frustr
avatar
Ste

Maschile Ariete Maiale
Numero di messaggi : 9635
Età : 46
Località : Trentino
Occupazione/Hobby : malaussègnere
Reputazione : 7
Punti : 9564
Data d'iscrizione : 14.02.09

Vedi il profilo dell'utente http://protocols-lab.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro, le aziende e la produttività

Messaggio Da Ste il Gio Ago 06, 2009 9:00 am

Il dramma dei licenziati
di Luciano Gallino - Repubblica.it, 6 agosto 2009

La vicenda della Innse di Lambrate dimostra quali sviluppi drammatici possono presentarsi quando
un numero crescente di persone vede violato a proprio danno un fondamentale diritto umano.

E cioè il diritto ad una ragionevole sicurezza socio-economica. È l'esperienza di chi perde il lavoro
senza averne alcuna responsabilità. Chi sia costretto a tale esperienza è colto anzitutto dall'angoscia
per l'immediato futuro. Come farò, si chiede, a pagare le rate del mutuo e dell'auto, le cure odontoia-
triche per i figli più piccoli, il costo della scuola superiore o dell'università per i più grandi. In secondo
luogo la stessa persona si sente vittima di una grave ingiustizia, di un inganno che qualcuno ha ordito
alle sue spalle e che improvvisamente si rivela come tale. Quando si colpisce il diritto a una giusta
sicurezza socio-economica, sono queste le emozioni che si diffondono come un incendio boschivo sia
tra i diretti interessati, sia tra coloro - molto più numerosi - che pensano domani potrebbe toccare a me.
(continua)

_________________

Let's build a ... boardgame!

"Fai quel che puoi, con quel che hai, dove sei." (T. Roosevelt)


Indice - S&S - Scrabble - Monopoli - Yahtzee - Risk - Frustr
avatar
Ste

Maschile Ariete Maiale
Numero di messaggi : 9635
Età : 46
Località : Trentino
Occupazione/Hobby : malaussègnere
Reputazione : 7
Punti : 9564
Data d'iscrizione : 14.02.09

Vedi il profilo dell'utente http://protocols-lab.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro, le aziende e la produttività

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum